Cessione del Quinto Bibanca a Dipendenti Pubblici

I migliori prestiti per dipendenti pubblici online

Una tipologia di finanziamento personale, che può essere richiesta e ottenuta in tempi brevi e in tutta sicurezza, con una formula concepita ad hoc per te.

Se sei un dipendente della pubblica amministrazione, o di qualsiasi ente o istituzione di proprietà dello Stato, per Te chiedere ed ottenere un prestito è molto semplice!

Possono richiedere un prestito tutti i Dipendenti Pubblici, ovvero coloro che lavorano negli enti locali: Comuni, Province, Regioni, ASL, Enti ospedalieri.


Sei un lavoratore dipendente, percepisci uno stipendio mensile e hai bisogno di liquidità per una spesa improvvisa o per qualunque altra esigenza?

Il prestito personale per i dipendenti pubblici è un tipo di finanziamento non finalizzato.

Potrai impiegare l’importo erogato per qualsiasi tua necessità!

Un nostro consulente ti fornirà tutte le informazioni necessarie e potrà aiutarti a  scegliere la formula di prestito a te più congeniale, senza impegno!  

  • una minima anzianità lavorativa;
  • un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

E’ comunque bene valutare, prima di avanzare la richiesta di prestito, la sostenibilità dell’impegno da assumere, a fronte del reddito mensile che percepisci e di tutte le altre spese fisse (affitto, bollette, eventuali altri finanziamenti in corso). Ciò al fine di evitare il rischio di non riuscire a sostenere il peso della rata.

Restituzione del prestito

La restituzione del prestito avviene tramite il pagamento di rate mensili, la cui entità varia in ragione di alcuni criteri:

  • l’importo del prestito;
  • il piano di ammortamento scelto per la restituzione;
  • le disponibilità economiche;
  • il reddito.

Cessione del quinto dello stipendio

Nell’ambito dei prestiti ai lavoratori dipendenti, una soluzione interessante è rappresentata dalla cessione del quinto dello stipendio. Una formula, questa, che rappresenta un diritto per i Dipendenti, regolato dalla legge 180 del 05.01.1950 e dal DPR 895 del 28.07.1950.

Inoltre, il prestito può essere usato, anche, per estinguere altri finanziamenti in corso, pagando un’unica rata dilazionata nel tempo.

Il rimborso è semplice e sicuro: le rate vengono detratte dalla busta paga o dalla pensione (nella misura, appunto, di un quinto) e versate direttamente dal datore di lavoro.

Richiedendo un prestito tramite Cessione del quinto, è obbligatorio sottoscrivere una polizza assicurativa di rischio vita e rischio impiego a tutela della Banca.

Il costo relativo a tali polizze assicurative non è compreso nelle rate mensili di rimborso in quanto la Banca, in qualità di contraente e beneficiaria dell’assicurazione stessa, se ne farà interamente carico.

*L’erogazione del prestito è vincolata alla delibera favorevole da parte dell’Istituto erogante.

Preventivo Prestito