Prestiti a Dipendenti Privati

I nostri migliori prestiti per dipendenti privati online

Sei un lavoratore dipendente, percepisci uno stipendio mensile e hai bisogno di liquidità? Questa forma di finanziamento è un modo rapido, semplice e sicuro per ottenere un credito in modo personalizzato.

Possono richiedere un prestito tutti i Dipendenti in Aziende Private
I prestiti per i dipendenti privati sono, generalmente, prestiti personali non finalizzati. Ciò significa che potrai richiedere un credito in tutta serenità, senza dover fornire una motivazione o giustificazione.

Potrai infatti utilizzare l’importo del prestito per qualsiasi ragione:

una spesa personale;
un regalo (una moto, un orologio, una vacanza…);
una necessità improvvisa da fronteggiare (come, ad esempio, la ristrutturazione della casa).
Ti fornirò tutte le informazioni necessarie e potrà aiutarti a scegliere la formula di prestito a te più congeniale, senza impegno!

Requisiti e valutazione preliminare Per ottenere un prestito

una minima anzianità lavorativa;
un’assunzione a tempo indeterminato.
Sono inoltre da valutare caso per caso dei requisiti minimi dell’azienda di appartenenza.

Prima di procedere alla richiesta del prestito, è sempre necessario valutare con attenzione il proprio reddito mensile e tutte le spese ricorrenti (affitto, bollette, eventuali altri finanziamenti in corso), per evitare di dover far fronte ad una rata troppo alta.

Quest’ultima, infatti, non dovrebbe mai superare il 20 per cento dello stipendio.

Restituzione del prestito

La restituzione del prestito avviene tramite il pagamento di una rata mensile, la cui entità varia in ragione di due parametri:

l’importo del prestito;
il piano di ammortamento scelto per la restituzione.
La durata può arrivare fino a 10 anni.

Cessione del quinto dello stipendio

Nell’ambito dei prestiti ai lavoratori dipendenti, una soluzione interessante è rappresentata dalla cessione del quinto dello stipendio. Una formula, questa, che rappresenta un diritto per i Dipendenti, regolato dalla legge 180 del 05.01.1950 e dal DPR 895 del 28.07.1950.

Anche in questo caso, non occorre motivare la richiesta di finanziamento. Inoltre, Il prestito può essere usato, anche, per estinguere altri finanziamenti in corso, pagando un’unica rata dilazionata nel tempo.

Il rimborso è semplice e sicuro: le rate vengono detratte dalla busta paga o dalla pensione (nella misura, appunto, di un quinto) e versate direttamente dal datore di lavoro.

Prestito con delega, o doppio quinto dello stipendio

Il Prestito Delega si può ottenere a integrazione delle Cessione del Quinto dello Stipendio, nel caso in cui sia necessaria maggiore liquidità, oppure quando una preesistente Cessione del Quinto non sia ancora rinnovabile.

E’ una formula di finanziamento che ti consente di restituire il prestito tramite rate mensili pari a circa la metà del tuo reddito, con un tasso di interesse fisso per tutta la durata del piano di ammortamento, e senza l’obbligo di giustificare la richiesta del prestito.

Il finanziamento viene rimborsato direttamente dal datore di lavoro, che tratterrà mensilmente una quota dello stipendio da versare all’intermediario finanziario.

È una soluzione interessante se vuoi restituire il prestito in breve tempo, ma non è ammessa da tutte le Amministrazioni, pertanto occorre procedere ad una valutazione specifica caso per caso.

E’ altresì sempre opportuno fare un’analisi preliminare, scrupolosa, della tua situazione economica, per evitare di assumerti un impegno troppo oneroso e difficilmente sostenibile nel tempo.