Cessione del Quinto Bibanca a Dipendenti Statali

I migliori prestiti per dipendenti statali online.

E’ un modo semplice e sicuro per ottenere un credito con una formula personalizzata, poiché studiata ad hoc per te e le tue esigenze.

Sei un dipendente statale, percepisci uno stipendio mensile e hai bisogno di liquidità?
Con il prestito personale potrai ottenere in pochi giorni una cifra che può arrivare fino a 75.000 euro.

Potrai infatti utilizzare l’importo del prestito per qualsiasi spesa desideri affrontare.

Chi può richiedere i Prestiti a Dipendenti Statali?

Possono richiedere un prestito tutti i Dipendenti Statali, ovvero:

  • i dipendenti dei Ministeri: Ministero del Tesoro, Ministero dell’Istruzione, Ministero delle Finanze, …;
  • i dipendenti delle Scuole e delle Università;
  • gli arruolati nelle Forze dell’Ordine e della Difesa: Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza, Esercito, Marina, Aeronautica, Guardia Forestale.

Ti fornirò tutte le informazioni necessarie e potrò aiutarti a scegliere la formula di prestito a te più congeniale, senza impegno!

I Requisiti per una valutazione preliminare per ottenere un prestito per dipendenti statali sono una minima anzianità lavorativaun’assunzione a tempo indeterminato.

Prima di procedere alla richiesta del prestito, è sempre bene valutare con attenzione il proprio reddito mensile e tutte le spese fisse (affitto, bollette, eventuali altri finanziamenti in corso), perché il peso della rata risulti sostenibile.


Restituzione del prestito 
La restituzione del prestito avviene tramite il pagamento di una rata mensile, la cui entità varia in ragione di due parametri:

  • l’importo del prestito;
  • il piano di ammortamento scelto per la restituzione.

Cessione del quinto dello stipendio

Nell’ambito dei prestiti ai lavoratori dipendenti, una soluzione interessante è rappresentata dalla cessione del quinto dello stipendio. Una formula, questa, che rappresenta un diritto per i Dipendenti, regolato dalla legge 180 del 05.01.1950 e dal DPR 895 del 28.07.1950.

Inoltre, il prestito può essere usato, anche, per estinguere altri finanziamenti in corso, pagando un’unica rata dilazionata nel tempo.

Il rimborso è semplice e sicuro: le rate vengono detratte dalla busta paga o dalla pensione (nella misura, appunto, di un quinto) e versate direttamente dal datore di lavoro.

Alla cessione del quinto puoi anche associare il prestito delega, un secondo prestito con il quale potrai ottenere maggiore liquidità, raddoppiando la trattenuta dalla tua busta paga, che in questo caso raggiungerà circa il 40 per cento.

*L’erogazione del prestito è vincolata alla delibera favorevole da parte dell’Istituto erogante.

Preventivo Prestito